Deutsch | Italiano
Sentieri Partigiani

Link

Link

In questo breve elenco di link vi proponiamo altri sentieri partigiani, cioè non quelli della provincia di Reggio Emilia.
Molto volentieri inseriremo eventuali ulteriori indicazioni di pubblicazioni, percorsi o iniziative.

http://www.memoriadellealpi.net/index.php?method=section&id=339
Il progetto europeo "La memoria delle Alpi" ha reso di nuovo fruibile una rete molto estesa di sentieri sui territori della Valle d'Aosta, del Piemonte e della Liguria che richiamano le vicende della II guerra mondiale e della Resistenza. Il progetto ha anche consentito il potenziamento della rete dei Sentieri della Libertà nel territorio francese del Vercors.
Diese Seite gibt es auch auf deutsch.

http://www.percorsiditerre.it/sentieropartigiano/percorso/
La guida Sentieri Partigiani d’Italia propone sei itinerari di più giorni per ripercorrerre oggi i passi della lotta partigiana sui monti e nelle valli di Cuneo, Lago Maggiore, Marzabotto, ecc.

http://www.colledellys.it/ecomuseo.asp?ID=79
L’Ecomuseo della Resistenza del Colle del Lys, situato sullo spartiacque tra le valli di Lanzo e la valle di Susa, offre scorci paesaggistici di notevole suggestione, dai quali si può percepire la vastità del territorio museale, da circa tre anni ritornata a vivere attraverso sentieri riscoperti.

http://www.55rosselli.it/sentiero.htm
Varie guide sui sentieri in Valsassina

http://www.racine.ra.it/camalanca/sentiero/index.htm
Il "Sentiero dei partigiani" è un percorso promosso dal Museo sulla Lotta di Liberazione in Emilia-Romagna Ca' Malanca e dalla Sezione CAI di Faenza.

http://www.partigiano.net/gt/sentieri.asp
Si propone la cartoguida “Sentieri partigiani” della provincia di Piacenza che punta alla valorizzazione di diversi luoghi dell'Appennino piacentino che furono teatro di episodi durante gli anni della Resistenza. Si tratta di otto percorsi tematici distribuiti tra Valtrebbia e Valtidone (quattro itinerari), Valnure (due percorsi), e Valdarda (altri due itinerari).

http://www.istitutostoricoparma.it/editoria/guidamappe_04.html
Gli itinerari compresi negli otto percorsi attraverso le valli parmensi accompagnano il visitatore lungo i territori della lotta di Liberazione, delineando un vero e proprio viaggio nei luoghi della memoria.

http://www.istitutoresistenzacuneo.it/sentieri%20della%20libert%C3%A0/pe...
Tra l’8 ed il 13 settembre 1943, circa 800 ebrei scesero dalla Francia verso valle Gesso, a San Giacomo di Entracque ed alle Terme di Valdieri, in seguito alla dissoluzione dei reparti della IV Armata del Regio Esercito Italiano.
349 ebrei vengono arrestati, rinchiusi nella ex caserma degli alpini di Borgo San Dalmazzo, trasformata in campo di concentramento e successivamente deportati ad Auschwitz.
Ogni anno l'Istituto storico della Resistenza di Cuneo organizza una camminata commemorativa.

http://www.ilsentierodellaliberta.it/index.htm
la marcia annuale „il sentiero della Libertà“ da Sulmona a Casoli ripercorrere il Sentiero della Majella, attraversato dai prigionieri di guerra in fuga, dai perseguitati politici e dai giovani italiani che, negli anni della seconda guerra mondiale, quando l’Abruzzo divenne terra di ospitalità e angolo di speranza, oltrepassavano le linee per schierarsi con l’esercito alleato di liberazione.

http://lombardia.anpi.it/lombardia.php?p=1564&more=1&c=1&tb=1&pb=1
annuale iniziativa „i sentieri della guerra partigiana“: con conferenze e escursioni le sezioni ANPI e CAI di Cinisello e Sesto San Giovanni, la 55ª Brg f.lli Rosselli, l’Associazione Culturale Banlieue e l’ANPI sezione Brianza Lecchese, vogliono percorrere i sentieri in Valsassina e sulle Grigne.

http://www.olinda.org/2005/25aprile/sentieri.htm
La Fabbrica di Olinda Società Cooperativa sociale e Olinda Associazione con sede presso l'ex Ospedale Psichiatrico Paolo Pini a Milano, sviluppano attività d’impresa sociale con inserimento lavorativo. Ogni 25 aprile organizzano Sentieri Partigiani.

http://www.paxchristi.it/
annuale route di Pax Christi, 24-31 luglio 2011 da Monte Sole (Marzabotto) a Barbiana
“Il sentiero della Costituzione: Cittadinanza Partecipante"
L'Italia che compie 150 anni ha una gran bella Costituzione: L'Italia ripudia la guerra, lavora per la pace e la giustizia, promuove la sicurezza umana e la democrazia internazionale rafforzando l'Unione Europea e l'Onu. Smette di fare la guerra in Afghanistan e costruisce la pace in Medio Oriente, in Africa e nel resto del mondo. Lotta contro la povertà e le disuguaglianze sociali nelle nostre città, in Europa e nel mondo e promuove un lavoro dignitoso per tutti. Taglia le spese militari e smette di vendere armi nel mondo. Investe nell'educazione, sulla formazione e sul protagonismo dei giovani. Rispetta i diritti umani, a cominciare da quelli dei migranti che vivono e nascono nel nostro paese, e si batte contro le mafie, la corruzione, l'illegalità e ogni forma di razzismo e di violenza. Cura la Terra, difende i beni comuni e promuove nuovi stili di vita. Questa è l'Italia che amo, che festeggio e che voglio costruire.